Se sei donna e stai leggendo questo articolo sei FORTUNATA.
Si veramente! Molto Fortunata!
Se lo stai leggendo hai libertá, istruzione, un apparecchio tecnologico a portata di mano, un tetto sotto cui stare, abbastanza salute e tempo per stare su Internet.
Ma soprattutto sei VIVA.

Lo sapevi che ancora oggi molte donne nel mondo non hanno queste cose?

☞ In paesi come India e Cina si preferiscono i figli maschi, se con la prima ecografia si scopre che il futuro bebé é femmina, i genitori possono decidere di praticare l’aborto… che tristezza eh.
☞ Nel Medio Oriente la condizione femminile è legata all’Islam.
Le donne sono sottoposte all’autorità prima del padre e poi del marito. Non hanno libertà di movimento e di espressione, sono escluse dalla vita pubblica e politica, non possono lavorare e guidare l’automobile, nei negozi e nei locali pubblici hanno entrate separate da quelle degli uomini. Quando escono, spesso sono costrette ad indossare un lungo mantello nero che lascia scoperto solo il viso, l”’hijab” o “burqa”. Sono le regine di casa, ma all’esterno sono considerate quasi come creature invisibili.

☞ Il tasso d’analfabetismo femminile è ovunque più alto di quello maschile, perché in molti Paesi quando una famiglia non può permettersi di mandare a scuola tutti i figli, preferisce assicurare un’istruzione ai maschi.

 

☞ Tanto tempo fa, nell’Antica Roma, la donna non poteva partecipare all’attività politica e, per esercitare i propri diritti civili, come il matrimonio e l’eredità, aveva bisogno di un uomo della famiglia che le facesse da tutore.

☞ Anche nell’Antica Grecia essere donna comportava restrizioni come ad esempio niente diritto di voto, e nemmeno attività sportiva.
Nel Medioevo, la situazione femminile non migliorò: la donna era considerata un oggetto nelle mani del padre, finché questi non la vendeva ad un uomo.
Per la libertà delle donne, bisogna attendere il XIX secolo, quando gli Stati Uniti decisero di affrontare il problema della questione femminile nel campo professionale e intellettuale.
Trent’anni fa l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato la convenzione per l’eliminazione di ogni forma di discriminazione della donna, CEDAW. Questo trattato ha ottenuto risultati importanti, ma ha ancora molto da fare perché, in alcuni territori del mondo, le donne vivono ancora in condizioni di isolamento e di sottomissione.
Le donne hanno dovuto lottare a lungo per il riconoscimento del loro valore e ci sono state molte battaglie per la loro emancipazione.
LA TUA VITA É UN MIRACOLO, TUTTO CIÓ CHE ABBIAMO OGGI, ANCHE LE COSE CHE DIAMO PER SCONTATE, SONO STATE OTTENUTE DA QUALCUNO CHE HA LOTTATO PER CAMBIARE IL MONDO.
SIAMO DONNE, SIAMO VIVE, SIAMO GUERRIERE. FACCIAMO DELLA NOSTRA VITA UN CAPOLAVORO.

Fonti https://www.skuola.net/sociologia/condizione-femminile-mondo.html

http://europeanwomen.over-blog.com/la-condizione-femminile-la-condizione-femminile-nel-mondo.la-discriminazione

Ti potrebbe interessare anche: E se insegnassimo alle bambine a essere coraggiose invece che perfette?

Ti aspetto sui social! Aggiungimi qui:

E tu che ne pensi?

Lasciami un commento, la tua opinione è importante per me!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.