Home » Chi sono

Chi sono

Mi chiamo Sara Zobeide Petrizzo e sono nata il 19 marzo 1985. Per cominciare dal presente, sono moglie e mamma di due bellissimi bimbi, Isaac e Melissa. Nel 2014 mi trasferisco a Gran Canaria con mio marito e il nostro primo figlio, rimaniamo in Spagna fino a luglio 2019, quando, per svariate motivazioni, decidiamo di rientrare nella nostra città d’origine, Udine. Questo viaggio per noi è stato molto significativo in termini di crescita personale. Nell’anno 2016 nasce a Las Palmas la nostra seconda figlia, Melissa.

Attualmente sto completando la formazione triennale da counselor e preparando la tesi intitolata “Donne che brillano: il counseling sistemico transpersonale per scoprire le potenzialità delle donne nella vita quotidiana”, che esporrò a febbraio 2021 e per la quale ho deciso di offrire a chiunque voglia incontri di counseling gratuiti, dal vivo per i più vicini e sfruttando Internet per i più lontani.

Se vuoi saperne di più sulla figura del counselor puoi dare un’occhiata qua: Counselor chi è e cosa fa: un aiuto per affrontare i problemi

Curriculum

La mia formazione è molto varia:

  • Alle superiori frequento il Liceo Scientifico, pronta ad inserirmi poi nel mondo universitario; qualcosa non mi quadra, spesso non mi sento al mio posto però continuo il mio percorso. Mentre studio, svolgo lavori casuali, come la cameriera e la barista: a 17 anni comincio a fare le stagioni lavorative a Lignano con l’idea di risparmiare per gli studi.
  • A cavallo tra le scuole superiori e l’Università viaggio da sola in Romania per un piccolo periodo di volontariato con le orfane.
  • All’Università mi iscrivo alla Facoltà di Medicina Veterinaria con orientamento alla fauna selvatica, nella speranza di lavorare nella natura con gli animali. Fin da piccola ho infatti sempre amato la natura e tutti gli esseri viventi, per questa mia tendenza mi viene quasi naturalmente attribuito un futuro come veterinaria o simile. Scelgo anche di fare un tirocinio in Kenya, dove mi reco per 2 mesi scoprendo sia il fascino che i problemi dell’Africa. Nel frattempo sono arrivata a fare 6 stagioni lavorative come cameriera e barista, ognuna delle quali progressivamente più pesante e insopportabile da farmi pensare di trovare altri tipi di lavoro: crampi, 14/16 ore di lavoro, ambienti lavorativi pieni di maleducazione e mancanza di rispetto mi stanno stretti.
  • Ricerco altre possibilità lavorative e trovo un piccolo impiego di qualche ora come babysitter tenendo una bambina piccola con alcune problematiche ancora non chiare all’inizio del percorso insieme, integro con altri lavori come la promoter, la telefonista, la traduttrice, l’educatrice e le ripetizioni.
  • Alla fine del percorso universitario mi rendo conto che nessuna delle prospettive lavorative proposte fanno per me, tento di cominciare una laurea specialistica in Agraria ma inizio a percepire l’inadeguatezza del percorso di studi per me. Lascio perdere.
  • Cercando di capire in che direzione muovermi incappo in un corso di Pet Therapy a cui partecipo e che concludo a Milano, un corso un po’ ambiguo che tutt’oggi mi lascia un po’ perplessa nella sua organizzazione.
  • Decido di migliorare il mio inglese e mi iscrivo al Wall Street Institute dove completo il percorso scelto.
  • Inizio ad avvicinarmi maggiormente al mondo dell’educazione e del sociale, riesco a trovare un lavoro stabile in un gruppo appartamento che ospita persone con disabilità fisica e psichica.
  • Nel frattempo crisi amorose e avvenimenti della vita privata mi fanno avvicinare alle prime letture di Osho di cui mi appassiono. Inizio a interessarmi al mondo esoterico, conosco una ragazza che mi legge i tarocchi e stende il mio tema natale. Dalle mie insofferenze comincio poco a poco un viaggio verso la conoscenza di me stessa e l’esplorazione di vari contesti con letture, astrologia, costellazioni familiari.
  • Mi interesso alla visione dell’aura, alla numerologia, all’alimentazione.
  • Vengo a conoscenza di una Scuola di Counseling, percorso adatto sia come crescita personale che abilitante alla professione di counselor. Sono entusiasta e mi iscrivo!
  • Completo i primi 2 anni di studio mentre continuo a lavorare. Alla fine del secondo anno conosco mio marito, rimaniamo insieme e poi arriva il nostro primo figlio. Metto in pausa la scuola di counseling: insieme a mio marito matura l’idea di trasferirci alle Canarie.
  • Nel mentre perdo il lavoro come ho spiegato in questo articolo: Lavoro da casa , io e mio marito infatti facciamo i primi passi nel mondo del lavoro on line.
  • A fine luglio 2014 siamo a Gran Canaria pronti per nuove esperienze.
  • Cominciano una serie di alti e bassi economici e problemi nella gestione della coppia. Incontriamo però delle persone molto disponibili che ci fanno sentire come a casa, con loro cominciamo un percorso spirituale per noi molto incisivo.
  • Nel mentre abbiamo avuto svariate imprese gestite e  fallite nel mondo del Web, network marketing e infoprodotti.
  • Alle Canarie lavoro per periodi in base all’andamento delle imprese: il primo lavoro che trovo più facilmente è la cameriera. Per me è molto dura perché devo ricominciare dall’inizio in un posto nuovo, senza conoscere la lingua e proprio con un lavoro che non amavo più. L’esperienza è distruttiva quanto costruttiva: imparo la lingua velocemente e conquisto la stima delle colleghe dopo 15 giorni critici in cui non capivo nemmeno le cose basiche. Il lavoro è faticoso e con un bimbo da gestire non è facile.
  • Dopo molti sacrifici arriva un periodo più favorevole in cui posso abbandonare il lavoro, ci dedichiamo alla progettazione di un’altra impresa.
  • L’avventura della nuova impresa è significativa, ricca di insegnamenti, con tutti i suoi rischi e le problematiche che emergono.
  • Passo molti momenti sola con me stessa e mi chiedo… ma adesso che posso fare? Rimango in silenzio con i miei vuoti e lascio che Dio mi guidi. Emergono gradualmente idee, creatività e lati nuovi di me: comincio a dipingere, tazze, piastrelle, tegole! Entro in un vortice di infinite idee su video, materiale da produrre e cosa fare, rimanendo però a metà tra il fare e il rimandare visti i numerosi impegni nella gestione dei figli ancora piccoli. Tra queste idee anche quella di aprire un auto noleggio.
  • Ecco perchè, dopo la mia seconda gravidanza, quando la bimba ha circa un anno cerco un impiego in un auto noleggio per vedere come funziona. Vi lavoro per quasi 2 anni. A maggio 2019 torno per le mie ferie in Italia e sento un richiamo per vari motivi a rientrare, tra i quali la necessità sempre più forte di finire la scuola di counseling, per cominciare finalmente a mettere in pratica tutto quello che avevo imparato, sia nei 2 anni già svolti sia nel periodo passato alle Canarie.
  • Dopo il rientro in Italia mi torno dunque a occupare dei miei studi e dell’elaborazione del mio personale materiale da fornire agli altri; lavoro sporadicamente come assistente domiciliare, rendendomi conto di quanto veramente sia fondamentale riportare l’attenzione sulla guarigione interiore, sulla consapevolezza, sull’amore, sulla famiglia e la condivisione.

Oggi che la mia vita è veramente cambiata sono pronta a condividere le mie esperienze con chi vorrà leggerle o ascoltarle, sono pronta a diffondere tutto il bello che ho imparato per rendere la nostra vita, soprattutto di donne e mamme, migliore.

I miei argomenti preferiti

Gli argomenti che tratto nel mio sito sono semplicemente quelli che adoro in maniera naturale e in particolare materiale utile alla crescita personale con mezzi concreti per migliorare la propria vita dalla quotidianità: fatti, informazioni, libri che mi hanno cambiato la vita.

Molti articoli del mio blog sono ispirati dal cambio del mio rapporto con Dio che è stato radicalmente rivoluzionato con l’arrivo a Gran Canaria. Qui ho conosciuto delle persone meravigliose, che mi hanno fatto scoprire una versione di Dio che non avevo mai contemplato prima. Una versione di Dio che ha portato realmente dei cambi in meglio nella mia vita. Se vuoi approfondire questo punto leggi qua: Un viaggio di ricerca interiore dall’Italia alle Canarie

Un’altro argomento che spesso mi tocca è l’educazione finanziaria, il nostro rapporto con i soldi che influenzano così tanto la nostra vita. Per approfondire puoi guardare Crisi: assumersi la responsabilità della propria vita economica

Soprattutto per le donne le statistiche affermano che è più difficile essere economicamente indipendenti, ho affrontato questo argomento qui: Libertà finanziaria al femminile: le donne e il denaro oggi

Le donne in Italia

Il mio desiderio è che soprattutto le donne comincino a coltivare il dono di creare abbondanza, non solo in termini economici ma in un senso più ampio: abbondanza d’amore, di saggezza, di creatività, di armonia, di salute. Sono fermamente convinta che questo innescherebbe un miglioramento incredibile nella nostra società.

Come essere umani abbiamo abilità incredibili ma ce ne siamo dimenticati.

Le donne hanno bisogno di cominciare a coltivare sé stesse, le proprie potenzialità, i propri doni interiori.

Spesso nei miei articoli è ricorrente anche il tema della famiglia: per me è la base su cui si fonda la nostra società, e dobbiamo curarla con amore, a partire dalla coppia, giorno per giorno. Avere dei figli e un marito non è mai un ostacolo, è sempre una benedizione.

Essere mamme e mogli comporta sacrificio, sforzo, sviluppo di moltissime capacità e senso di responsabilità, caratteristiche che danno alle donne una marcia in più, e mai una marcia in meno.

Semplicemente anche la famiglia ha delle regole per funzionare al meglio e bisogna conoscerle.

Leggi qua Il ruolo della donna: colonna portante della società

Questi sono gli aspetti principali su cui ruota la mia vita e su cui ho scelto di basare il mio sito perchè è così che ho ottenuto un miglioramento e un cambiamento concreti nella mia vita.

Perché Donnatomica

Da quando mi sono trasferita alle Canarie ho avuto modo conoscere una nuova lingua, nuove persone e nuove informazioni. Per la mia evoluzione spirituale questo viaggio è stato fondamentale: il distacco dalla famiglia, da tutto quello che conoscevo, appena diventata mamma e verso un mondo sconosciuto; l’incontro con persone che hanno dato una svolta positiva e decisiva alle mie conoscenze spirituali.

Dopo la mia integrazione e dopo aver appreso una base della lingua spagnola, mi sono resa conto dell’abisso che c’è tra la presenza on line di donne spagnole (dal Latino America alla Spagna) alla presenza on line delle donne italiane.

Con presenza on line, intendo libero materiale di informazione, di motivazione per donne, donne che raccontano la loro storia, donne che hanno pagine web personali, donne che hanno realizzato i loro sogni, in famiglia e nel lavoro. Non solo donne che raccontano sé stesse ma anche donne come valide guide e modelli a cui poter ispirarsi. Trovo purtroppo anche pochi esempi di aiuto pratico nella gestione dei problemi della vita quotidiana con un focus posto sul trovare soluzioni piuttosto che sul mantenersi negativi rimanendoo attaccati ai problemi.

Per questo un obiettivo è che donnatomica sia un sito di soluzioni, non di problemi. Un sito di motivazione, per il miglioramento personale.

Un sito che non va “contro a qualcosa”, ma a favore di tutto quello che fa bene a noi e al mondo: perché non bisogna mai agire “contro qualcosa”, se non si vuole dare ad esso ancora più energia e quindi importanza.

Andare contro qualcosa infatti vuol dire dare più enfasi proprio a ciò che non vogliamo, manifestandolo ancora di più nelle nostre vite.

Ho scelto dunque di fare un sito personale, cioè dove metto faccia, nome e cognome; dove metto materiale per la crescita personale femminile (perché quello che inserisco nel sito deriva dalla mia esperienza personale, e/o sono cose che mi piace scrivere, rivedere, riformulare), testi che amo leggere per non scordarmi mai le cose importanti e nozioni che ho appreso durante la scuola di counseling.

Se vuoi scoprire cos’è il counseling ti lascio questo articolo: Counseling: definizioni, applicazioni e obiettivi

Un scelto di costruire un sito al femminile per tutte quelle donne che vogliono crescere a 360 gradi, perché credo fermamente che dentro ogni donna ci sia una super donna, con un ruolo e uno scopo unici e inimitabili, una donnatomica 🙂

Salva