Home » Leadership al femminile: come e perchè svilupparla (introduzione)

Leadership al femminile: come e perchè svilupparla (introduzione)

[et_pb_section admin_label=”section” transparent_background=”off” allow_player_pause=”off” inner_shadow=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” padding_mobile=”off” make_fullwidth=”off” use_custom_width=”off” width_unit=”off” custom_width_px=”1080px” custom_width_percent=”80%” make_equal=”off” use_custom_gutter=”off” fullwidth=”off” specialty=”off” disabled=”off”][et_pb_row admin_label=”row” make_fullwidth=”off” use_custom_width=”off” width_unit=”off” custom_width_px=”1080px” custom_width_percent=”80%” use_custom_gutter=”off” gutter_width=”2″ padding_mobile=”off” allow_player_pause=”off” parallax=”off” parallax_method=”on” make_equal=”off” column_padding_mobile=”on” parallax_1=”off” parallax_method_1=”on” parallax_2=”off” parallax_method_2=”on” parallax_3=”off” parallax_method_3=”on” parallax_4=”off” parallax_method_4=”on” disabled=”off”][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text admin_label=”Testo” background_layout=”light” text_orientation=”left” use_border_color=”off” border_style=”solid” disabled=”off” border_color=”#ffffff”]

Perchè essere leader? Cosa vuol dire e come sviluppare queste capacità?
In questo articolo troverete piccole riflessioni sulla leadership e il primo video sulla leadership al femminile.

C’è un tremendo bisogno di leadership nelle nostre case, nelle nostre aziende, nelle nostre associazioni pubbliche e private e nel nostro governo. Abbiamo bisogno di leadership più che mai prima d’ora.
Ma noi donne come possiamo influenzare l’ambiente familiare, lavorativo e addirittura il governo se prima non siamo leader di noi stesse?

Come fare a essere padrone della nostra vita economica, familiare e sociale se non siamo prima padrone di noi stesse? Come essere leader se viviamo in preda alle nostre emozioni, senza una visione e piene di paure?
Quanti sono oggi i leader uomini e le leader donne?


Non c’è solo bisogno di leadership, ma c’è bisogno di una leadership al femminile, per riequilibrare la situazione.
Abbiamo bisogno come donne di riemergere, di vivere come creatrici della nostra vita e non succubi di una vita che non vogliamo. Si tratta solo di imparare le regole del gioco.

Abbiamo bisogno di una leadership che ci porti nel futuro.

Abbiamo bisogno di persone dotate di visione e di coraggio, persone in grado di esplorare nuovi mari e scoprire nuove terre.

Ci servono due tipi di leader. Il primo tipo è il leader transazionale, colui che fa le cose insieme agli altri e attraverso gli altri.
Il secondo tipo di leader che ci occorre è il leader trasformativo, ossia il leader che segna la via.

Il leader che ha la visione, che motiva, solleva, ispira e responsabilizza i collaboratori, a livelli che non avevano mai sperimentato prima.

La ragione per cui abbiamo un bisogno così disperato di leadership nelle nostre istituzioni, e soprattutto nelle nostre aziende, è che coloro che ci lavorano oggigiorno sono molto più sofisticati ed esigenti, molto più analitici e molto più egoisti di quanto non siano mai stati prima.

È per questo che le donne hanno un importanza incredibile, perchè nelle donne risiedono risorse innate come l’empatia, la sensibilità, l’altruismo, la capacità di ascoltare e di dialogare.

Caratteristiche che chiaramente vanno usate differentemente in famiglia, nel lavoro e nelle amicizie.

Apprezzo particolarmente due ottime definizioni di leadership.

La prima è:
La leadership è la capacità di ricavare una performance straordinaria da persone ordinarie.
Ecco perchè prima di tutto dobbiamo essere leader di noi stesse, perchè dobbiamo ricavare prima di tutto da noi delle performance straordinarie.

La seconda è:
La leadership è la capacità di ottenere dei seguaci.


Oggi, la leadership che deriva dalla posizione, dai soldi o dall’autorità formale (la cosiddetta leadership ascritta) ha vita breve. L’unico tipo di leadership che dura nel tempo si crea dove le persone decidono di seguire la direzione, le indicazioni e la visione di qualcun altro.
In altre parole, oggi è il seguito volontario che contraddistingue i migliori leader.

 


Che dire, vi lascio al video! Premetto che essendo in gravidanza e avendo una forte sciatica la mia voce non è al top! Però ho voluto lasciarlo così e caricarlo perchè credo che se aspetto non lo farò più!


Ora sono in gravidanza, tra 3 mesi partorisco… poi sarò stremata dal post-parto e…bla bla…
potrei continuare così nell’elenco delle cose che comporta essere mamma.
Se volessi una scusa ce l’avrei, ma non la voglio.

Uno dei motivi per cui le donne non si interessano delle loro finanze in maniera approfondita e adeguata è, dai sondaggi emersi nel libro di Kim, occuparsi dei figli e della casa.

Questa scusa è esattamente quello che voglio evitare, sarò mamma a vita, perchè una volta che sei mamma, lo sei e basta. Non ci si può licenziare. Aspettare il momento ideale o perfetto per fare le cose potrebbe voler dire aspettare tutta la vita.

Quindi che in mezzo ci sia la gravidanza, il parto, l’allattamento non mi fermerà nella mia crescita complessiva come persona.
Perchè credo fortemente che le donne possano fare molto di più.

Dobbiamo occuparci di noi stesse malgrado i problemi, non aspettando che passino.

[/et_pb_text][et_pb_toggle admin_label=”Toggle” title=”Essere Leader Guidare gli altri grazie all’intelligenza emotiva, Daniel Goleman, Richard Boyatzis, Annie McKee” open=”on” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” disabled=”off”]

L’autorevolezza di una persona non si misura esclusivamente sul posto di lavoro e nel rapporto con i colleghi, ma anche nella vita privata, a scuola, nello sport, in famiglia e persine nelle relazioni di coppia. Essere leader significa suscitare entusiasmo e sentimenti positivi nelle persone che ci circondano.

Significa saper stimolare, farsi apprezzare, coinvolgere e trascinare.
Il dispotismo non serve, la bravura e la competenza non sono sufficienti: la prerogativa della leadership è infatti di natura emozionale.

In questo libro – non un semplice manuale di management, ma una coinvolgente indagine sull’intelligenza umana – Daniel Goleman ci spiega come essere leader non sia semplicemente una questione di testa, ma come siano necessarie empatia, sensibilità, creatività e flessibilità. Caratteristiche che non costituiscono il privilegio di pochi, ma rappresentano le potenzialità nascoste in ciascuno di noi. Bisogna soltanto imparare a riconoscertele allenarle. Acquista qui>

[/et_pb_toggle][et_pb_toggle admin_label=”Toggle” title=”È Ora di Agire! Un Messaggio per le Donne. Cosa ci vuole davvero per la libertà finanziaria? Kim Kiyosaki” open=”on” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” disabled=”off”]

Nel suo stile unico e molto personale, Kim Kiyosaki rivela il suo approccio diretto su come trovare il coraggio, superare la confusione e costruire la sicurezza – gli elementi necessari di ciò che ci vuole davvero – per realizzare i tuoi sogni finanziari.

Kim racconta la sua concreta esperienza – e quella di altre donne – nel business e negli investimenti, un’esperienza che ti ispirerà, incoraggerà e sorprenderà.

È ora di agire! è un messaggio per tutti, un invito a guardare con attenzione le sfide personali, gli imprevisti, il lato divertente e le vittorie – cioè alzarsi e agire – per avere finalmente la vita che desideri.

E’ ora di… agire e superare gli ostacoli!
Agire oltre il punto in cui pensi di poter arrivare! Agire ascoltando il tuo genio finanziario!
Passa da Aspirare ai tuoi sogni, ad Acquisire la conoscenza necessaria – ad Applicare quella conoscenza che ti permette di raggiungere i tuoi obiettivi e i tuoi sogni. Acquista qui>

[/et_pb_toggle][et_pb_toggle admin_label=”Toggle” title=”Il Talento delle Donne, Avere successo nel mondo del lavoro rimanendo se stesse, Odile Robotti” open=”on” use_border_color=”off” border_color=”#ffffff” border_style=”solid” disabled=”off”]


“Il talento delle donne”, ricco di suggerimenti e consigli, ne propone una che ti permetterà di prevenire gli errori di genere più comuni che le donne commettono nel mondo lavorativo, spesso senza averne consapevolezza e senza comprenderne le conseguenze.
Per esprimere il proprio valore nelle organizzazioni, alle donne serve un talento in più: quello di saper “giocare la partita” interpretando le regole stabilite dagli uomini.
Per fortuna è un talento che si può apprendere.

Questo è un libro scritto “da donna a donna” e vuole essere uno strumento concreto per chi cerca il successo professionale senza per questo rinunciare alla propria identità. Allo stesso tempo, si rivolge agli uomini e alle organizzazioni, nella convinzione che il riconoscimento dei talenti femminili richieda l’impegno di tutti quelli che hanno a cuore equità e competitività. Acquista qui>

[/et_pb_toggle][et_pb_code admin_label=”Codice” disabled=”off”]<iframe style=”border: none; max-width: 800px; max-height: 600px;” src=”//rcm-eu.amazon-adsystem.com/e/cm?t=spiritoericch-21&o=29&p=48&l=ur1&category=scarpe_e_borse&banner=1TXNCCJW0E34QB0YJAG2&f=ifr” width=”728″ height=”90″ frameborder=”0″ marginwidth=”0″ scrolling=”no”></iframe>[/et_pb_code][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

2 commenti su “Leadership al femminile: come e perchè svilupparla (introduzione)”

  1. Perchè una sola donna riesce ad essere mamma, moglie, domestica, cuoca, lavoratrice e al tempo stesso decidere a priori che non può fare una determinata cosa senza nemmeno tentare?Perchè siamo fatte così?Perchè non pensiamo quasi mai in grande per noi stesse? Se solo riuscissimo a capire che tutte siamo straordinarie e uniche e che solamente con un po’ di testardaggine (che ci contradistingue…) in più e di voglia di essere quello che desideriamo potremmo realmente raggiungere i nostri obbiettivi. Invece quando si tratta di fare qualcosa per noi , non troviamo mai il coraggio e/o la voglia, costringendoci ad aspettare, cosa non si sa, ma prima poi qualcosa capiterà.Perchè essere spettatrici della nostra vita se possiamo essere protagoniste? Io sono certa che se ci ponessimo un obbiettivo che desideriamo fortemente e agissimo con determinazione e voglia di raggiungerlo nulla ci potrebbe impedire di ottenerlo e comunque sia nel caso in cui lo faccessimo nostro che non bisognerebbe andare oltre e prefiggersi una nuova meta. Convido pienamente il pensiero di lavorare a 360° su noi, sempre in ogni fare della vita, possiamo sempre imparare e essere un po’ migliori . Un grazie a Sara che con “DonnAtomica” ci fa soffermare a rilettere e ci consiglia…

    1. “Perchè una sola donna riesce ad essere mamma, moglie, domestica, cuoca, lavoratrice e al tempo stesso decidere a priori che non può fare una determinata cosa senza nemmeno tentare?
      Perchè siamo fatte così? Perchè non pensiamo quasi mai in grande per noi stesse?” hai proprio ragione, questa domanda/riflessione mi è piaciuta un sacco!è proprio una domanda chiave!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.