Leadership al femminile: come e perchè svilupparla (introduzione)

2
264

Perché essere leader? Cosa vuol dire e come sviluppare queste capacità?
In questo articolo troverete piccole riflessioni sulla leadership.

C’è un tremendo bisogno di leadership nelle nostre case, nelle nostre aziende, nelle nostre associazioni pubbliche e private e nel nostro governo. Abbiamo bisogno di leadership più che mai prima d’ora.
Ma noi donne come possiamo influenzare l’ambiente familiare, lavorativo e addirittura il governo se prima non siamo leader di noi stesse?

Come fare a essere padrone della nostra vita economica, familiare e sociale se non siamo prima padrone di noi stesse? Come essere leader se viviamo in preda alle nostre emozioni, senza una visione e piene di paure?
Quanti sono oggi i leader uomini e le leader donne?


Non c’è solo bisogno di leadership, ma c’è bisogno di una leadership al femminile, per riequilibrare la situazione.
Abbiamo bisogno come donne di riemergere, di vivere come creatrici della nostra vita e non succubi di una vita che non vogliamo. Si tratta solo di imparare le regole del gioco.

Abbiamo bisogno di una leadership che ci porti nel futuro.

Abbiamo bisogno di persone dotate di visione e di coraggio, persone in grado di esplorare nuovi mari e scoprire nuove terre.

Ci servono due tipi di leader. Il primo tipo è il leader transazionale, colui che fa le cose insieme agli altri e attraverso gli altri.
Il secondo tipo di leader che ci occorre è il leader trasformativo, ossia il leader che segna la via.

Il leader che ha la visione, che motiva, solleva, ispira e responsabilizza i collaboratori, a livelli che non avevano mai sperimentato prima.

La ragione per cui abbiamo un bisogno così disperato di leadership nelle nostre istituzioni, e soprattutto nelle nostre aziende, è che coloro che ci lavorano oggigiorno sono molto più sofisticati ed esigenti, molto più analitici e molto più egoisti di quanto non siano mai stati prima.

È per questo che le donne hanno un importanza incredibile, perchè nelle donne risiedono risorse innate come l’empatia, la sensibilità, l’altruismo, la capacità di ascoltare e di dialogare.

Caratteristiche che chiaramente vanno usate differentemente in famiglia, nel lavoro e nelle amicizie.

Apprezzo particolarmente due ottime definizioni di leadership.

La prima è:
La leadership è la capacità di ricavare una performance straordinaria da persone ordinarie.
Ecco perchè prima di tutto dobbiamo essere leader di noi stesse, perchè dobbiamo ricavare prima di tutto da noi delle performance straordinarie.

La seconda è:
La leadership è la capacità di ottenere dei seguaci.


Oggi, la leadership che deriva dalla posizione, dai soldi o dall’autorità formale (la cosiddetta leadership ascritta) ha vita breve. L’unico tipo di leadership che dura nel tempo si crea dove le persone decidono di seguire la direzione, le indicazioni e la visione di qualcun altro.
In altre parole, oggi è il seguito volontario che contraddistingue i migliori leader.


2 COMMENTS

  1. Perchè una sola donna riesce ad essere mamma, moglie, domestica, cuoca, lavoratrice e al tempo stesso decidere a priori che non può fare una determinata cosa senza nemmeno tentare?Perchè siamo fatte così?Perchè non pensiamo quasi mai in grande per noi stesse? Se solo riuscissimo a capire che tutte siamo straordinarie e uniche e che solamente con un po’ di testardaggine (che ci contradistingue…) in più e di voglia di essere quello che desideriamo potremmo realmente raggiungere i nostri obbiettivi. Invece quando si tratta di fare qualcosa per noi , non troviamo mai il coraggio e/o la voglia, costringendoci ad aspettare, cosa non si sa, ma prima poi qualcosa capiterà.Perchè essere spettatrici della nostra vita se possiamo essere protagoniste? Io sono certa che se ci ponessimo un obbiettivo che desideriamo fortemente e agissimo con determinazione e voglia di raggiungerlo nulla ci potrebbe impedire di ottenerlo e comunque sia nel caso in cui lo faccessimo nostro che non bisognerebbe andare oltre e prefiggersi una nuova meta. Convido pienamente il pensiero di lavorare a 360° su noi, sempre in ogni fare della vita, possiamo sempre imparare e essere un po’ migliori . Un grazie a Sara che con “DonnAtomica” ci fa soffermare a rilettere e ci consiglia…

    • “Perchè una sola donna riesce ad essere mamma, moglie, domestica, cuoca, lavoratrice e al tempo stesso decidere a priori che non può fare una determinata cosa senza nemmeno tentare?
      Perchè siamo fatte così? Perchè non pensiamo quasi mai in grande per noi stesse?” hai proprio ragione, questa domanda/riflessione mi è piaciuta un sacco!è proprio una domanda chiave!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here