Sentiamo parlare di successo in tutto il mondo. Tutti lo vogliono, tutti lo cercano…

ma che cosa è veramente il successo? Ormai usiamo questa parola in maniera meccanica…

Vogliamo essere professionisti di successo, avere una coppia di successo, raggiungere il successo economico

Sì, vogliamo tutto questo, ma esattamente che cosa intendiamo per “successo”?
E, soprattutto, come misurare quanto successo occorre?

È un’idea diffusa che il successo sia “non doversi preoccupare di nulla.”

Questo si traduce cioè nel pensare che nella tua famiglia deve funzionare tutto perfettamente  come un orologio; che debba essere possibile acquistare tutto ciò che si vuole; che gli altri vi lusinghino per  il vostro lavoro e che otteniate una posizione manageriale.

Magari che siate popolari o famosi. Potremmo contare sulle dita della mano coloro che hanno tutto.



Vi siete mai chiesti cosa è veramente il successo per voi?


La prassi è che ci uniamo a questa idea comune che indica che il successo è avere tutto di tutto.


Di solito leghiamo il successo a beni materiali, quando il successo è forse più legato alla realizzazione personale, alla possibilità di esprimere semplicemente all’esterno il proprio mondo interiore, a fare quello che ci piace.

Anche se vi è questo modello di “successo”, più o meno diffuso, in realtà quello che è “successo” e ciò che non lo è dipende quindi molto da fattori soggettivi.

Si tratta di sentimenti molto più profondi dell’avere semplicemente la possibilità materiale di possedere qualsiasi cosa.

Molte persone rincorrono quello che per loro è l’apparente successo, ritrovandosi ad accumulare beni materiali e un tremendo vuoto interiore.

Tutti dovrebbero assumersi il compito di definire e ridefinire nel corso della propria vita quale è il successo che si desidera e che si sta cercando.

Perché in realtà, non si può parlare di un solo modo per ottenere successo in quanto tale, ma ci sono molti modi in cui le persone riescono ad avere successo e in ambiti diversi…
alcuni hanno successo al lavoro, ma non in famiglia… alcuni hanno successo come genitori altri no…

Io credo si dovrebbe ambire ad un successo equilibrato, coltivando tutti gli aspetti possibili di noi stessi… la famiglia, l’amore, le relazioni personali, il benessere interiore, fisico e il benessere economico.



La parola “successo” deriva dal latino “successus”, che significa “venire dopo”, dal verbo succedere, e nel dizionario possiamo trovare scritto che il successo indica l’esito positivo, una possibilità favorevole, un compimento risolutivo; un sinonimo di successo è appunto esito, sempre dal latino”exitus” e significa “finale” o “termine”.

La lingua inglese ha adottato questa parola come “uscita (exit)”.

Se guardiamo al suo significato originario, il successo è quindi un momento fondamentale in cui termina una mancanza o una sofferenza.

Misurare il successo

Così come non vi è un significato unico per la parola “successo”, non esiste un unico modo per misurarlo.

Se si guarda la vita dal punto di vista della mancanza, non si sarà mai il più bello o la più bella, né il più ricco né il più apprezzato, o il più popolare.

Il successo e la felicità non sono sempre sinonimi,
soprattutto quando si ha un concetto di successo piuttosto cumulativo:
avere più di qualcosa fino al presunto vertice che non è mai il più alto.

La felicità, tuttavia, può essere vista come l’opposto: non c’è bisogno di altro per stare bene.

Il successo è un concetto abilmente gestito dalla società dei consumi.
Si tratta di una di quelle cose che si vuole di più per emergere di fronte agli altri, più che per goderne nella privacy del proprio cuore.

Probabilmente è un’idea che corrisponde più alla sfera del potere e dell’economia, più che al mondo del benessere emotivo.

Però non fa mai male agire per ottenere ciò che si vuole, sempre che si tratti di un obiettivo liberamente scelto e non imposto da una cultura che cerca la produttività e si basa sulla concorrenza spesso spietata tra le persone per realizzarla.

In questo senso, io credo che il successo sta nell’ottenere ciò che si desidera liberamente, senza altro scopo che quello di essere sempre più felice e con un sonno più pacifico, magari contribuendo a lasciare qualche impronta felice, motivante, qualche esempio di speranza e bontà in un mondo che ne ha tanto bisogno.

E tu che ne pensi?

Lasciami un commento, la tua opinione è importante per me!

0 Comments

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.